Tribunale

Il tribunale ordinario giudica in prima istanza:

  • tutte le cause civili che non rientrano nella competenza del giudice di pace o del tribunale per i minorenni;
  • tutte le cause penali che non rientrano nella competenza del giudice di pace, del tribunale per i minorenni, della corte d'assise o del tribunale militare.

Secondo l'art. 75 del Nuovo Testo della Legge generale sui libri fondiari, allegato al R.D. 28 marzo 1929, n. 499, nelle zone dove vige il sistema tavolare - principalmente in Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia - presso ogni tribunale e sezione distaccata di tribunale è costituito un ufficio tavolare, incaricato della conservazione dei libri fondiari, cui è preposto un giudice (giudice tavolare) designato dal presidente del Tribunale. Ogni ufficio è competente alla conservazione dei libri fondiari riguardanti gli immobili che sono situati, in tutto o nella loro parte preminente, nella rispettiva circoscrizione.

Cosa sono le esecuzioni immobiliari ?
Si tratta della procedura promossa, avanti al Giudice dell'esecuzione del Tribunale di competenza in cui insiste l'immobile. Il creditore che ha eseguito il pignoramento dei beni di proprietà del debitore esecutato, munito di titolo esecutivo, entro novanta giorni dalla notifica del pignoramento al debitore, deve presentare in Cancelleria l'istanza di vendita dell'immobile pignorato e da questa data, entro centoventi giorni, la relativa certificazione ipotecaria e catastale ventennale

Come si svolge la procedura di esecuzione ?
Il giudice dell'esecuzione nomina un Consulente Tecnico d'Ufficio scegliendolo tra Ingegneri, Periti, Architetti e Geometri iscritti ad un apposito albo incaricandolo di redigere una perizia di stima dell'immobile, con un termine di norma di novanta giorni.
Sulla scorta degli elementi conoscitivi forniti dal CTU, il giudice emette l'ordinanza di vendita dell'immobile, fissando il giorno dell'incanto e determinando le modalità per parteciparvi. Di tale provvedimento il Cancelliere dà pubblica notizia mediante affissione del bando d'asta all'albo del Tribunale e pubblicazione del medesimo su determinati organi di stampa ed informatici. Ove l'incanto risultasse deserto per mancanza di offerte d'acquisto, il giudice fissa nuovi esperimenti d'asta ribassando il prezzo di base, se del caso, fino ad un quinto del valore dell'immobile.
In alcuni Tribunali, il Giudice dell'Esecuzione, una volta che l'immobile è stato aggiudicato, nomina in qualità di "Ausiliario" un Esperto Visurista per le verifiche ipotecarie e catastali finali e aggiornate, propedeutiche all'emissione del decreto di trasferimento e successivi adempimenti post aggiudicazione quali la trascrizione del decreto stesso, la sua voltura catastale e gli annotamenti di cancellazione e/o svincolo delle formalità pregiudizievoli.

E' possibile interrompere la procedura di esecuzione ?
Non sempre, una volta iniziata la procedura esecutiva, è certa la vendita dell'immobile; infatti, gli adempimenti necessari per addivenire all'incanto sono lunghi e laboriosi, dal pignoramento all'asta trascorre parecchio tempo a seconda di ogni Tribunale. In questo periodo di tempo l'esecutato ha la possibilità di pagare i propri debiti ovvero chiedere la conversione del pignoramento. In tali casi il giudice estingue l'esecuzione ovvero sospende l'asta.

Per maggiori informazioni:
E' possibile contattare un Esperto Visurista competente per Regione o contattare direttamente l'A.V.I. via mail (info@associazionevisuristi.it) o attraverso la sezione in home page "L'Esperto Visurista Risponde".

Mappa Italia MOLISE EMILIA ROMAGNA VENETO PIEMONTE UMBRIA SARDEGNA TOSCANA TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA CALABRIA ABRUZZO LAZIO VALLE D´AOSTA BASILICATA MARCHE CAMPANIA LOMBARDIA LIGURIA SICILIA PUGLIA
Servizi Servizi Avi
Servizi rivolti alle imprese ed ai privati
cittadini, studi notarili, studi legali, istituti di credito, società di riscossione, imprese, enti pubblici
VIDEO
VIDEO
VIDEO